Idee e progetti per le nostre montagne

Gran Sasso: ecco come nacque la galleria autostradale più lunga d’Europa

fonte: Neve Appennino

Gran Sasso: ecco come nacque il traforo a doppia canna più lungo di tutta l’Europa con i suoi 10.175 metri. Fu inaugurata nel 1985.

Il traforo a due canne tra Assergi e Colledara venne inaugurato nel 1984 e con una lunghezza di 10.175 metri permette un collegamento veloce tra il Lazio e l’Abruzzo. Il primo tunnel venne costruito intorno agli anni ’60 e richiese un numero altissimo di uomini (almeno un centinaio) diversi macchinari e tonnelate di esplosivo, con il costo dell’intera opera che ammontò a ben 1700 miliardi di lire. C’è da dire, tuttavia, che durante i lavori di costruzione non mancarono numerosi incidenti, dei quali alcuni anche piuttosto gravi; durante lo scavo, infatti, persero la vita 11 operai. Il traforo che attraversa il Gran Sasso, come già detto, è la galleria più lunga d’Europa (12esimo, invece, il posto mondiale), mentre con i suoi 24.5 km si trova invece in Norvegia quella più lunga del mondo. La realizzazione del traforo venne approvata nel 1963, mentre i lavori iniziarono qualche anno più tardi, il 14 Novembre 1968; l’opera venne realizzata grazie ad un accordo tra la Cassa del Mezzogiorno e la S.A.R.A (Società Autostrade Romane e Abruzzesi), mentre a progettare l’intero impianto fu Alpina S.p.A. Dopo 16 anni dalla costruzione fu inizialmente aperta soltanto la prima galleria in direzione Teramo, nel 1984, mentre per la seconda (direzione Roma) fu necessario attendere la fine dei lavori dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso. La seconda galleria venne aperta nel 1993 in concomitanza con l’apertura dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, ma anche in questo caso non mancarono problemi, svariati incidenti e notevoli dispendi di risorse ed energie ingegneristiche. Passarono quindi ben 25 anni prima che entrambi i tunnel venissero aperti.

continua a leggere sul sito


Commenti

commenti